Salta al contenuto principale
loading

Percorso specialistico, a medio e lungo termine, finalizzato alla cura e alla risoluzione delle problematiche collegate all'uso di sostanze dei minori e adolescenti tossicodipendenti della fascia di età 14-24.

La finalità è la costruzione di un tempo e di uno spazio rassicurante e strutturato, dove possano essere contenute ed elaborate le problematiche espresse, all’interno di una prospettiva caratterizzata da interventi sia pedagogico-formativi che psicoterapeutici. Il periodo complessivo di permanenza è stabilito dall’équipe terapeutica, normalmente si aggira intorno ai due anni, e si articola in fasi di percorso differenti. É una struttura “permeabile” al territorio, che offre fin da subito, accanto agli strumenti più terapeutici, opportunità di tipo formativo, indirizzate alla sperimentazione di autonomie e al recupero delle esperenzialità adolescenziali andate perdute con l’uso delle sostanze. Il clima è familiare: ciò permette agli operatori di fungere da adulti di riferimento per la crescita evolutiva del ragazzo, oltre che garantire l’intervento tecnico/specialistico dedicato alla problematica della tossicodipendenza. La particolarità del giovane target ha indotto l’equipe a considerare necessario accompagnare, prima, (quasi con un rapporto operatore/utente di 1 a 1) il minore/adolescente all’acquisizione degli apprendimenti, a differenza di un approccio residenziale per tossicodipendenti adulti dove si lavora solo per il perseguimento della responsabilizzazione e dell’autonomia. Le fasi del percorso terapeutico comunitario: Il percorso comunitario è scandito in più fasi, per dare al ragazzo la possibilità di monitorare, insieme agli operatori, l’evoluzione e agire costantemente sulla motivazione al proseguimento. Complessivamente, in maniera flessibile, l’intero percorso è stato pensato con una durata media di due anni e si articola nelle seguenti fasi:

  • Autonomia e responsabilità “dentro”
  • Autonomia e responsabilità “fuori”
  • Svincolo

In alcune situazioni, soprattutto nei casi di minori, che presentano un livello di motivazione ancora molto incerto, si costruisce un percorso a moduli temporali definiti per obiettivi (es.: 1° modulo di 3 mesi, 2° modulo di 6 mesi, ecc.). I moduli permettono di perseguire i medesimi obiettivi delle fasi, senza far vivere al ragazzo il peso (a volte insopportabile quando si è molto giovani) di proiettarsi in un tempo lungo e troppo lontano dal presente.

P